Capire il Bitrate e i Preset

0
177

Oggi parleremo di quel fantomatico valore numerico chiamato bitrate. Prima di farlo però è mio dovere spiegarvi che cosa sia di preciso partendo da una definizione classica:

Il bitrate è la quantità di informazioni digitali (i bit, per l’appunto) che è trasferita o registrata nell’unità di tempo

Tale parametro influisce positivamente o negativamente sulla qualità video e sulla dimensione dei nostri singoli file. Più dati vengono lavorati nel tempo più alta sarà la resa e la qualità del prodotto finale. 

Tutto questo però potrebbe essere facilmente frainteso, portandoci a pensare che un valore di bitrate altissimo sia sempre necessario.

In presenza di valori già di per se elevati la differenza di qualità sarà meno visibile, ma comunque presente.

Da precisare come un valore elevato aumenterà di molto il tempo per scaricare il video, gravando maggiormente sulla vostra linea internet.

Vi è mai capitato di assistere ad una diretta e di incappare nel tanto odiato fenomeno di buffering? Esso è strettamente legato alla risoluzione e al bitrate del video che cerchiamo di visualizzare.

La risoluzione video può influire sul bitrate?

Assolutamente si. Differenti risoluzioni ne comportano differenti valori; a tal proposito è importante precisare come perfino il frame rate (la frequenza con cui vengono riprodotti i fotogrammi del filmato) incida sul vostro bitrate.

Non a caso, quando modificate la risoluzione della vostra trasmissione dovete pensare anche al corretto valore di bitrate da associarci.

Twitch è un valido amico

Appreso come differenti risoluzioni influenzino i valori di bitrate, sorge spontanea una domanda: “Come faccio a sapere il valore giusto da adottare?”.

E’ più semplice di quello che pensi e stavolta vi tende una mano lo stesso Twitch pubblicando una tabella chiara ed estremamente semplificata.

Prendendo in considerazione le tre risoluzioni più utilizzate vi proporrò un elenco ulteriormente snellito.

Ad un valore di framerate bloccato a 60 avremo questi parametri:

 

Risoluzione adottata: 480p

Bitrate: da 1500 a 3000 kbps

Framerate: 60

 

Risoluzione adottata: 720p

Bitrate: da 3500 a 5000 kbps

Framerate: 60

 

Risoluzione adottata: 1080p

Bitrate: da 4500 a 6000 kbps

Framerate: 60

 

Per quanto riguarda invece un valore inferiore, i classici 30 frame per secondo, avremo questi parametri:

 

Risoluzione adottata: 480p

Bitrate: da 400 a 1200 kbps

Framerate: 30

 

Risoluzione adottata: 720p

Bitrate: da 2500 a 4000 kbps

Framerate: 30

 

Risoluzione adottata: 1080p

Bitrate: da 3500 a 5000 kbps

Framerate: 30

Come avrete sicuramente notato, non vi è stato proposto un valore preciso, bensì uno standard che va da un minimo ad un massimo.

All’aumentare della risoluzione adottata salirà anche il valore relativo al bitrate fino ad arrivare a 6000 kbps, per quanto concerne il FHD a 60 frame per secondo.

Ecco perché ad una stessa risoluzione due utenti potranno avere valori di bitrate differenti.

 

Allora perché non scegliere sempre il valore più grande?

Innanzitutto è importante precisare come ad aumento di bitrate corrisponda un aumento di banda utilizzata, in poche parole serve una linea internet più performante.

Ricordate ciò che avete letto precedentemente? Un valore di bitrate altissimo non è sempre necessario.

Spesso la differenza è così minima da non costituire un vero e proprio ostacolo per lo spettatore che viene ad osservarvi. 

D’altro canto un valore troppo alto potrebbe portarvi ad avere problemi di connessione: sbalzi improvvisi che danneggerebbero la qualità globale della trasmissione.

Suggerimenti o limitazioni di Twitch?

Avrete sicuramente notato come Twitch abbia indicato il valore massimo di 6000 bitrate. In realtà potremmo andare ben oltre, in altri ambiti viene fatto tranquillamente, ma è importante sottolineare come questi siano i valori sui quali sono stati eseguiti i test più accurati.

Ricordiamo ancora una volta che un valore di bitrate elevatissimo non è sempre necessario ed alcune volte potrebbe essere anche controproducente.

Ho notato un parametro chiamato “preset della cpu”, è inerente al bitrate?

In un certo senso. Anch’esso può influenzare positivamente o negativamente la vostra trasmissione, ma differenza del bitrate andrà a lavorare direttamente sulla cpu stabilendone il carico di lavoro.

E’ importante sottolineare che parlando di preset della cpu non si intenda un valore numerico, bensì un parametro relativo alla velocità.

Più essa sarà elevata meno carico avrete sulla vostra cpu a discapito della qualità visiva finale. Se notate che il parametro scelto automaticamente dal vostro programma di registrazione vi crea problemi, basterà aumentarne la velocità, pur essendo consapevoli che la qualità della trasmissione ne risentirà negativamente.

Twitch accorre nuovamente in nostro aiuto

Ricordate la tabella che Twitch ha gentilmente messo a disposizione? Essa presenta anche un’indicazione sul parametro di preset standard da adottare. Per praticità non vi riscriverò nuovamente tale tabella, ma mi limiterò ad indicarvi i due preset di cpu più comuni; si tratta dei parametri main e high.

Siamo giunti al termine di questa guida. Nella speranza che vi abbia chiarito le idee, vi invitiamo a porre qualsiasi tipo di domanda per approfondire ulteriormente l’argomento.

LASCIA UN COMMENTO

Perfavore inserisci il tuo commento!
Perfavore inserisci qui il tuo nome