Fotocamera nello Streaming

0
118

Ben ritrovati carissimi lettori, dopo aver esposto una breve ma esaustiva lista di attrezzature per la registrazione dei vostri video, è giunto il momento di analizzare gli ultimi aspetti prima di fare il grande salto di qualità.

Come sempre, non ci dilungheremo molto, ma cercheremo di essere sintetici al punto giusto.

Per quale motivo dovrei preferire una fotocamera reflex ad una compatta?

Ovviamente vi sarete accorti fin da subito dell’importante differenza di prezzo che c’è tra una fotocamera compatta ed una reflex.

Del resto, avrete notato anche come abbia evitato di menzionare le fotocamere compatte fra le possibili soluzioni.

L’estrema versatilità data da una fotocamera reflex è infatti ciò che dovrebbe spingervi ad acquistarla.

Il poter cambiare l’ottica in base all’ambiente dove andrete a registrare i vostri video è un aspetto a dir poco fondamentale.

L’importanza di un buon obiettivo

Moltissimi creatori di contenuti, nella stragrande maggioranza dei casi non conosciutissimi, fanno uso di fotocamere per registrare i propri contenuti.

Spesso però viene trascurato l’aspetto più fondamentale da valutare prima di procedere ad un eventuale acquisto: l’obiettivo.

La caratteristica principale di una fotocamera DSLR, come del resto di una fotocamera mirrorless, è quella di avere l’obiettivo intercambiabile.

L’obiettivo è un termine generico che indica un dispositivo ottico in grado raccogliere dati e riprodurre l’immagine

L’obiettivo, o ottica, ha quindi la funzione di proiettare l’mmagine sul piano focale dove si trova il sensore.Ecco perché avere una buona ottica innalzerebbe drasticamente la qualità delle vostre riprese.

Da cosa dipende la qualità?

Ovviamente alla base di tutto c’è il procedimento costruttivo. Una buona ottica è dotata di vetri particolari, con alto o addirittura altissimo indice di rifrazione della luce e particolari trattamenti antiriflesso. Ciò che però aumenta drasticamente la qualità della lente è la larghezza del diaframma.

Il diaframma è il meccanismo utilizzato dall’obiettivo per regolare la quantità di luce che lo attraversa. Il movimento è del tutto simile a quello compiuto dall’iride dell’occhio umano.

Più sarà grande (i valori potrebbero sembrare invertiti essendo per esempio f/2.8 più grande di f/16) maggiore sarà la quantità di luce catturata dal sensore della fotocamera. Ciò comporta una ripresa più luminosa e migliore qualità video finale, sempre utilizzando i giusti parametri a seconda del momento. In aggiunta, all’aumentare della grandezza del diaframma migliora anche lo sfocato intorno al soggetto ripreso.

Avete mai notato come certi creatori di contenuti riescano a riprendersi in modo da essere perfettamente a fuoco in confronto al resto della stanza? Questo è un piccolo trucchetto che sono in grado di realizzare grazie a valori di diaframma molti grandi.

La distanza focale

Assodato come una buona ottica possa drasticamente aumentare la qualità video dei vostri contenuti, passiamo ad un’altra caratteristica da valutare: la distanza focale.

In termini tecnici, essa è: la misura espressa in mm che separa la lente dal piano focale.

A noi però interessa la semplicità, quindi proverò a riassumervi il concetto in poche righe.

Prendendo in considerazione l’obiettivo standard venduto insieme a praticamente ogni fotocamera, il 18 – 55, a 18 mm avrete una maggiore estensione di campo, viceversa a 55 mm essa risulterà inferiore. Normalmente la maggior parte dei creatori di contenuti tende ad utilizzare ottiche comprese fra 17 mm e 50 mm, poiché molte ditte producono obiettivi di qualità eccelsa ad un prezzo ragionevole: Sigma e Tamron in primis. E’ chiaro che non riuscirete mai a riprendervi utilizzando un valore di 50 mm, risultereste troppo ingranditi rispetto all’immagine. Tenderete invece ad adoperare valori più vicini a 17 mm, il tutto verificando attentamente la corretta composizione della ripresa.

Considerazioni finali

Che voi optiate per una webcam, una fotocamera o una videocamera, la qualità finale dei vostri video sarà sempre dipesa dal contesto.

In una panorama ristretto come Twitch, Mixer o altre piattaforme di streaming, la webcam è uno strumento più che affidabile. Nella stragrande maggioranza dei casi vi ritroverete a riprendervi adattando la schermata in cornici assai ristrette. Non notereste molto la differenza di qualità acquistando una fotocamera professionale. Viceversa, su YouTube o se andrete a riprendervi il più delle volte mostrandovi al vostro pubblico a tutto schermo, l’acquisto di una fotocamera, o di una videocamera, potrebbe essere una scelta azzeccata.

Anche stavolta siamo, ahimè, arrivati alla fine di questa guida. Spero che gli ulteriori apprendimenti fatti vi siano stati d’aiuto per chiarire quelle idee che risultavano ancora un po’ offuscate. Per l’ennesima volta colgo l’occasione per ringraziarvi di tutto il supporto che ci date ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Perfavore inserisci il tuo commento!
Perfavore inserisci qui il tuo nome