Fortnite: videogiocatori in rivolta

0
289

Epic Games casa di sviluppo di videogiochi che ha dato vita al famosissimo Fortnite ha da poco rilasciato l’aggiornamento 10.20 di quest’ultimo. Tra le tante modifiche e novità introdotte ve ne è una in particolare che sta letteralmente scuotendo la Fanbase.

Cosa cambia?

Si tratta della cosidetta Turbo Build, in altre parole del tempo che intercorre tra i piazzamenti di 2 strutture di costruzione, che torna da un lasso di 0,5 secondi a 0,15. Vale a dire che occorreranno 10 millisecondi in più rispetto a prima per poter piazzare una struttura. Vista in questa ottica non sembrerebbe nulla di esagerato, cosa sono in fondo 10 millisecondi? In realtà ad alti livelli competitivi questo fa decisamente la differenza, costringendo i giocatori ad un diverso approccio al gioco.

Perchè questa modifica?

Epic Games spiega che questa decisione nasce principalmente per evitare l’abuso che veniva adottato dai giocatori con un ping molto basso e quindi per limitare le costruzioni a raffica.

La reazione dei giocatori

Appresa la notizia, molti di coloro, più e meno noti, che giocano ad alti livelli competitivi hanno espresso attraverso le rispettive piattaforme social il loro dissenso.

In molti sono stati ad esprimersi molto duramente nei confronti di questa modifica, alcuni dei quali hanno anche intimato di abbandonare il gioco qualora Epic Games non torni sui propri passi.

Si vocifera persino che questa azione possa portare al declino totale di Fortnite, un gioco ormai famoso davvero per chiunque, che da tempo domina le prime posizioni dei canali più seguiti su Twitch, la piattaforma di Streaming.

Voi cosa ne pensate? La modifica della Turbo Building snatura il vostro gioco a cui eravate abituati? La protesta dei videogiocatori è costruttiva o solo conservativa? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

LASCIA UN COMMENTO

Perfavore inserisci il tuo commento!
Perfavore inserisci qui il tuo nome