Baldur’s Gate 3: Tutto ciò che sappiamo

2
562

I Mind Flayers sono fuggiti dall’underdark, e vogliono il tuo cervello!

È tutto vero! Uno dei migliori giochi di ruolo di sempre sta per avere un sequel, realizzato da uno dei migliori sviluppatori di giochi di ruolo esistente oggi.

Baldur’s Gate 3 è stato annunciato ufficialmente in un evento pre-E3 di Google Stadia. Sviluppato dai creatori di Divinity: Original Sin’s l’onore e quindi tutto della Software House Larian Studios.

Non sappiamo ancora quando uscirà, e finora Larian e Wizards of the Coast, quest’ultima avente i diritti di D&D, sono stati molto attenti ai dettagli rilasciati. Nonostante ciò conosciamo alcune delle basi sulle quali si svilupperà il gioco; il set di regole di D&D che Larian sta adattando, ed alcuni suggerimenti degli storici personaggi della serie che potrebbero apparire.

Larian è molto concentrato nella realizzazione di Baldur’s Gate al momento, e sembra che lo studio resterà immerso profondamente nel suo sviluppo per un po’. Ad ogni modo.. Fino a quando Larian non sarà pronta a condividere informazioni più dettagliate ecco tutto ciò che sappiamo fino ad ora su Baldur’s Gate 3!

Quando verrà rilasciato Baldur’s Gate 3?

Purtroppo non ne abbiamo ancora idea. Sembra che il gioco non sia molto vicino al rilascio e tutto ciò che abbiamo visto finora è un trailer pre-renderizzato.

Al PC Gaming Show durante l’E3 2019, il CEO di Larian, ossia Swen Vincke ci ha dato la svolta di Larian sul classico “quando sarà pronto?” rispondendo alle molte domande sulla data di uscita, dicendo: “Vogliamo assicurarci che il gioco sia davvero, davvero buono. Quando lo sarà, lo rilasceremo. ”

Sappiamo che Baldur’s Gate 3 uscirà su GOG e Steam, insieme a Stadia.

Esiste un Trailer?

Sì, ed ha una ottima componente Horror. È importante tuttavia specificare che è un trailer di annuncio cinematografico, la classica cinematic! Quindi non abbiamo ancora una buona idea di come sarà Baldur’s Gate 3 nel concreto.

Qual è l’impostazione di Baldur’s Gate 3?

La città di Baldur’s Gate sarà ovviamente il punto di riferimento principale, ma soltanto parti di essa saranno accessibili al giocatore, per l’esattezza le sezioni pertinenti. Secondo Swen Vincke, il giocatore inizierà fuori dalla città di Baldur’s Gate ma si dirigerà verso le sua mura come esattamente come si vede nel trailer principale del gioco.

Il gioco segue una nuova storia ambientata nell’era attuale dei Forgotten Realms. Qui i Mind Flayers hanno trovato il modo di costruire navi che hanno permesso loro di viaggiare tra i mondi, e ora stanno invadendo il Faerûn. Larian ha lasciato intendere che la storia potrebbe comprendere altre aeree e non è affatto escluso la possibilità di accedere all’Underdark.

Su quale edizione di Dungeons & Dragons si baserà Baldur’s Gate 3?

Baldur’s Gate 3 si basa sull’interpretazione di Larian del set di regole Dungeons & Dragons della 5a edizione. Il CEO Swen Vincke ha spiegato che alcune regole non si sposano bene dal gioco cartceo a quello digitale, quindi Larian ha lavorato per creare un’interpretazione delle regole della 5a Edizione che funzioni in sintonia con quello che sarà il gioco digitale, restando fedele a D&D nonostante le modifiche quindi nulla verrà snaturato.

Chi sono i cattivi?

I Mind Flayers sono una forza antica e terrificante nell’universo di Dungeons and Dragons. Vivono nell’Underdark e hanno potenti capacità psioniche. Sono in grado di controllare la mente di altri esseri senzienti e amano nutrirsi del loro cervello per il loro sostentamento. Spesso schiavizzano creature tra cui esseri umani per offerte, sacrifici e spuntini convenienti.

“I Mind Flayers hanno riscoperto il segreto dei nautiloidi”, dice il fondatore di Larian Swen Vincke. “Questi sono grossi problemi!” Chi conosce la tradizione di D&D, e più in particolare l’ambientazione dei Forgotten Realms, saprà infatti che i Mind Flayers governavano il piano astrale, ma hanno perso tutto e hanno dovuto rifugiarsi nel Sottosuolo o sarebbero stati sterminati dai Githyanki, la loro antica razza acerrima nemica. Gli Illithid vogliono quindi ricostruire il loro impero, li vediamo quindi invadere una città, con un nautiloide, si potrebbe quindi immaginare ciò potrebbe accadere..

Cosa sono i Nautiloidi?

Il Nautiloide è la nave più comune sviluppata da varie nazioni illithid, ed è particolarmente adatta alla corsa. Il suo guscio a spirale offre il comfort degli spazi chiusi, proteggendo i mind flayer dai raggi irritanti del sole.

Un normale equipaggio di Mind Flayer è composto da 10 membri, a cui si aggiungono da 2 a 5 unità a seconda del numero di timoni di serie in uso. Una nave Mind Flayer ha un solo capitano e un primo ufficiale, mentre il resto degli illithid a bordo costituisce l’equipaggio. Un Nautiloide, inoltre, trasporta in genere tra i 12 e i 20 schiavi, solitamente di varie razze umanoidi, fra cui quella umana, quella nanica o quella elfica. Gli illithid preferiscono usare gli schiavi sacrificabili per maneggiare le armi, mentre i Mind Flayer rimangono al sicuro all’interno della conchiglia corazzata della nave. Gli schiavi sono utilizzati anche come abbordatori in combattimento (sostenuti dai colpi mentali illithid) e come razioni alimentari per lunghi viaggi, in modo da mantenere elevati gli attriti fra loro. Il capitano supervisiona la nave dalla stazione di comando, mentre il primo ufficiale di solito è di stanza vicino alla catapulta sul ponte di battaglia. Dal momento che il ponte di battaglia è il luogo più probabile per eventuali abbordaggi nemici, è una collocazione pericolosa, quindi la posizione del primo ufficiale non è invidiata. Di conseguenza, il primo ufficiale promuove di solito una cospirazione per prendere il posto del capitano. Nessuna posizione è completamente sicura su una nave Mind Flayer, tuttavia, dal momento che l’assassinio è una forma relativamente comune di avanzamento sociale fra i Mind Flayer.

Come si giocherà?

Fedele alla serie del passato il nuovo titolo sarà un gioco di ruolo in cui si controllerà un gruppo di eroi, ognuno con il proprio background e le proprie motivazioni. Non è escluso che vi sarà un sistema di storie ispirato a Divinity: Original Sin 2.

Vincke suggerisce che il gioco sarà fortemente improntato sul regolamento di D&D, Larian creerà  su di esso il proprio set di regole ispirato ad esse. Ci sarà sicuramente un lavoro di interpretazione delle regole originali D&D, perché purtroppo riportare le stesse regole di base (l’abbiamo provato), su un videogioco, non funziona “.

Larian si sta preparando e organizzando per cercare di rendere giustizia all’eredità di Baldur’s Gate. “Abbiamo investito molta tecnologia in questo”, afferma Vincke. “Lo stiamo costruendo da soli, non stiamo concedendo licenze ad Unreal o altro. Ci stiamo lavorando con massimo impegno. Questo è il nostro gioco più grande: abbiamo circa 200 persone che ci lavorano internamente e circa 100 persone esternamente.”

Dove sono Minsc e Boo?

Potrebbero presentarsi in Baldur’s Gate 3! Il CEO di Larian Swen Vincke ha affermato che esiste una possibilità reale, dicendo: “Se guardi a ciò che ha fatto la Quinta Edizione, personaggi come Boo e Minsc sono ancora vivi”. “Bhaal e un altro paio di vecchie conoscenze sono ancora in giro. Saranno coinvolti anche loro? Lo scoprirai giocando a BG3.”

Vincke non lascerebbe questo tipo di commento a caso, giusto? Di certo non mancheranno “calci nel sedere” per i malvagi!

In che modo è coinvolta Wizards of the Coast?

Come detentori di Dungeons & Dragons, Wizards of the Coast è coinvolta nella minuziosa “pulizia” delle trame con lo scopo di mantenere coerente la tradizione e l’universo di D&D.

La qualità impareggiabile di Divinity: Original Sin’s  ha convinto Wizards of the Coast a dare il via libera per la pubblicazione di Baldur’s Gate 3.

In Definitiva

Per i giocatori datati e nostalgici del titolo questo non può generare una trepidantissima attesa, la serie di Baldur’s Gate infatti si colloca come capo stipite di un genere che riuscì ad unire alla perfezione le regole del gioco cartaceo di D&D con un videogioco senza snaturarlo e ricamandoci una trama ricca di creatività! Noi di Netstars siamo sicuri che questo nuovo titolo grazie all’impegno e alla rinomata professionalità del team di sviluppo non ci deluderà!

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Perfavore inserisci il tuo commento!
Perfavore inserisci qui il tuo nome